La Sicilia non è eccessivamente ricca di salse, ma offre gustosi e complessi condimenti, la cui esecuzione va da una semplicità elementare a una complicata elaborazione. Le salse sono un condimento liquido più o meno consistente, ottenuto mediante una specifica preparazione; tutto ciò per renderle adatte a creare quel tipico sapore a determinati piatti, quali ad esempio la pasta asciutta. Le salse tra l’altro possono essere calde e fredde. In Sicilia, per la loro preparazione, viene usato esclusivamente olio e non burro; nessuna ricetta prevede la panna, quasi del tutto sconosciuta agli abitanti dell’isola. Prevalenti sono gli aromi per realizzare la tipica e conosciutissima (se non la più adoperata) salsa di pomodoro, quali cipolla, aglio, origano, prezzemolo, basilico e peperoncino. Un proverbio siciliano dice: “li conzi fannu li minestri sapuriti; ma più si conza più si sconza”, cioè : “i condimenti fanno gustose le minestre; ma più si condisce, più si guastano i sapori". La pasta col pomodoro o la salsa, è il più semplice dei piatti e ha il più semplice dei condimenti ed è sicuramente il piatto più frequente e realizzato in ogni famiglia siciliana, soprattutto nei mesi estivi durante i quali si usa fare abbondante salsa di pomodoro fresca da conservare in bottiglie che poi verranno consumate nel corso dei mesi invernali successivi: sia come condimento per la pasta che per altre molteplici preparazioni. Ognuno, tra l’altro, la prepara con uno stile personale ed è diversa da casa a casa. Io, questa settimana, propongo una mia personale e moderna versione della pasta col pomodoro… con un tocco piccante e un sapore intenso di basilico! Ogni vino rosso o rosato si sposa benissimo con un bel piatto di pasta col pomodoro… quindi: BUON APPETITO!

Ingredienti per 2 persone:

  • 160/170 gr di spaghetti o spaghettoni;
  • 1 mazzetto di basilico;
  • olio extra vergine di oliva q.b.;
  • peperoncino rosso secco;
  • salsa di pomodoro;
  • sale q.b.;

Preparazione

Gli spaghetti al pomodoro e basilico sono un must tutto made in Italy! Spesso si pensa a un piatto così elementare come facilissimo da realizzare… ma non è del tutto così! Perché non è facile fare della buona salsa di pomodoro e creare un buon equilibrio nel piatto.

Come già detto, questa che vi propongo è una mia rivisitazione degli spaghetti col pomodoro perché realizzati con una pasta di basilico che potete anche conservare nei contenitori del ghiaccio e usarne il quantitativo desiderato all’occorrenza per salse al pomodoro (dove il basilico è immancabile!) ma anche in minestre, arrosti, vellutate e quant’altro: darà un profumo e un’ aroma unico per l’intensità di sapore e profumo che ricordano tutta la bontà della cucina italiana!

Iniziate a fare proprio questa, mettendo nel mixer il mazzetto di basilico e frullate finemente con un pò d’olio versato a filo; mettete in una ciotolina e aggiungete dell’altro olio e un pizzico di sale se necessario e create una pasta della consistenza che vedete nell'immagine affianco.  

Se avete della vostra salsa di pomodoro già pronta meglio! Se dovete ancora farla vi posso consigliare due metodologie:

  • la prima è quella di fare un soffritto con dell’olio E.V.O. e uno spicchio d’aglio e se desiderate un po' di pepe rosso secco; unite un trito fine di sedano, carota e cipolla e fate caramellare; unite della polpa rustica di pomodoro (già pronta in lattina) e fate cuocere fino a far restringere; aggiustate di sale ma anche di zucchero e assaggiate fino a quando non avrà per voi il giusto equilibrio. A questo punto unite delle foglie di basilico o un cucchiaino di questa meravigliosa pasta di basilico che le darà un sapore intenso e delizioso.
  • la seconda è uguale alla prima ma prevede la sostituzione della passata rustica in lattina con dei pomodori (io consiglio o Pachino/Ciliegino o San Marzano) freschi che, una volta incisi a croce, sbollenterete per un paio di minuti in acqua bollente, poi spellerete e procederete come sopra, schiacciando la polpa in padella con la forchetta. Si addenserà un po' più a lungo ma ne varrà la pena. Infine unite sempre del basilico o la pasta di basilico.

Cuocete i vostri spaghetti in acqua bollente molto al dente ricordando sempre di mettere da parte dell’acqua di cottura. Versate gli spaghetti in padella con la salsa, unite un cucchiaino di pasta al basilico (1 a commensale per un gusto più fresco ed intenso), un po' d’acqua di cottura e spadellate fino a quando il sugo non si sarà “aggrappato” alla pasta. Servite con un filo d’olio a crudo!

 

Potete trovare la stessa ricetta sul mio BLOG.

Seguitemi su 

 

 

Accesso Utenti

Contattaci

Tutti i campi sono obbligatori. Non preoccuparti per la tua privacy, con noi è al sicuro!
Please prove you are human!